Spaghettoni ai profumi di Sicilia
Cucina Regionale,  Pasta,  Pasta secca,  Primi di mare,  Primi piatti,  Sicilia

Spaghettoni ai profumi di Sicilia

Spaghettoni ai profumi di Sicilia
Spaghettoni ai profumi di Sicilia

Spaghettoni ai profumi di Sicilia

Questo piatto è partito un po’ come un piatto improvvisato… ho cominciato a cucinare senza avere le idee chiare su cosa stessi preparando (come spesso capita!). Inizialmente ero partito con l’idea di uno spaghettino al volo con le alici… poi ho pensato di metterci i pomodorini gialli… poi mi sono chiesto: “perché non completare il piatto con uvetta e pinoli?” … e così mi sono risposto: “cero, ci sta bene anche un po’ di mollica fritta croccantina”… E man mano che (quasi da soli) si aggiungevano gli ingredienti ho cominciato a sentire profumo di Sicilia… E che Sicilia sarebbe senza anche una punta di zafferano?!

Ragazzi, questi spaghettoni ai profumi di Sicilia, nati per caso, hanno immediatamente scalato la classifica dei miei piatti preferiti… Provateli. Hanno la capacità di farti sentire in un paesino assolato del Mediterraneo, dai gusti semplici ma decisi. Con tutti i contrasti che questa terra porta dentro di sé. Allo stesso tempo dura e morbida, ruvida e ricca di succo, salata e dolce.

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g di spaghettoni (o la pasta che preferite)
  • un vasetto piccolo di filetti di alici
  • un barattolo di pomodorini gialli in succo
  • 25 g di mollica di pane
  • 40 g di pinoli
  • 40 g di uvetta
  • uno spicchio d’aglio in camicia
  • una bustina di zafferano
  • polvere di capperi q.b. (in alternativa usate i capperi dissalati nel sugo)
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • peperoncino a gusto

Preparazione

  1. Mettete l’uvetta a bagno in un bicchiere d’acqua. Tostate i pinoli a secco in un pentolino e lasciateli da parte. Friggete la mollica di pane in un padellino con un poco d’olio, dopodiché lasciateli asciugare su carta assorbente o su un tovagliolo.
  2. In una padella dal fondo largo versate qualche cucchiaio di olio, l’aglio in camicia, qualche filetto di alici (tenete alcuni da parte per la guarnizione finale) e se lo gradite, del peperoncino. Quando l’aglio si sarà imbrunito, aggiungete il succo di pomodorini gialli, e, successivamente, l’uvetta che avete fatto rinvenire in acqua.
  3. Nel frattempo lessate gli spaghettoni in abbondante acqua salata. Scolateli un paio di minuti prima del termine della cottura, tenendo da parte qualche mestolo della loro acqua. Finite di cuocere mantecandoli nella padella coi pomodorini, aggiungendo all’occorrenza l’acqua di cottura messa da parte. Sciogliete lo zafferano in qualche cucchiaio di acqua calda e unite anch’esso agli spaghetti.
  4. Tritate il prezzemolo e, quando sarà cotta, guarnite la pasta con il trito di prezzemolo, la polvere di capperi, i pinoli tostati e parte della mollica di pane fritta.
  5. Impiattate e decorate con i filetti di alici tenuti da parte e altra mollica fritta.

 

La Betta consiglia: champagne Ouverture F. Savart

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *